Cirque du Web | Cirque du Web shared adv campaign
17503
page-template-default,page,page-id-17503,wp-custom-logo,nouveau-core-1.0.6,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Shared advertising campaign: ovvero come far rientrare nel tuo budget campagne fotografiche e video impattanti e di elevata qualità.

Per la maggioranza delle PMI la realizzazione di una campagna adv di alto livello è un costo non sempre sostenibile e disponibile nel budget per il marketing.

Una delle voci in assoluto più onerosa, nelle campagne adv, è la produzione delle immagini fotografiche e/o video che sono il cuore di ogni singola campagna.

Le modelle, quelle vere con campagne internazionali alle spalle, hanno un cachet elevato a cui poi è necessario aggiungere il fee per il copyright.

Dove ci sono modelle è naturale che ci siano make up artist, hair stylist e stylist tutte figure professionali che hanno un costo direttamente proporzionale all’esperienza e alla bravura.

Fotografi e videomakers utilizzano attrezzature estremamente costose che devono essere movimentate nel giusto modo e con le giuste attenzioni quindi con dei costi per la logistica che non vanno trascurati.

Le modelle quando si devono realizzare campagne di prodotti o accessori hanno necessità di indossare abiti adeguati, che possono essere anche noleggiati,ma di cui tener conto nel budget, idem se sono campagne adv di abbigliamento sono necessari accessori.

© Rob Venom 2022

Tutti i professionisti, necessari per uno shooting per una campagna advertising, devono avere i coperti i costi di trasferta, vitto e alloggi. Sono professionisti e quindi è normale che viaggino in classi non economiche e che in albergo si offrano loro stanze singole in struttura idonee.

Non dimentichiamoci poi l’importanza delle giuste location, avere il miglior team di professionisti e poi fare il servizio fotografico e/o video nella location “sbagliata” può vanificare tutti gli sforzi sostenuti.

Le location, fossero anche studi di produzione o una “semplice” spiaggia, hanno un costo che va messo a budget a cui vanno probabilmente aggiungi i noleggi di attrezzature e mezzi che vanno prese in loco.

Se sommate quindi tutti i costi di ogni singola voce vedrete che il risultato finale è un costo che può anche essere importante nella voce delle spese pubblicitarie messe a bilancio.

© Rob Venom 2022

Molti imprenditori non capiscono l’importanza delle immagini o dei video in una campagna pubblicitaria e nel vostro marketing. Inutile spendere soldi per essere visti online e offline se poi la vostra immagine è lasciata al caso o non trasmette nulla.

Investire nella produzione di immagini e video per il vostro brand, con i migliori professionisti, è la cosa migliore che possiate fare per avere poi una campagna advertising di successo e un marketing efficace.

Sarete ampiamente ripagati del vostro investimento.

Cirque du Web

ha sviluppato una strategia assolutamente straordinaria ed efficace: le campagne advertising condivise.

Di che cosa si tratta?

È presto detto.

Anzichè produrre un servizio fotografico e/o video per un singolo cliente o brand e quindi con i costi che vanno per forza a cadere al 100% sul cliente facciamo in modo di organizzare un’unica produzione con più clienti e quindi i costi vengono splittati.

Degli esempi pratici così puoi capire nel concreto.

4 aziende: una che produce scarpe, una che produce abiti, una che produce gioielli e una struttura alberghiera.

Sono 4 clienti che possono essere compatibili per una shared advertising campaign.

 

In Cirque du Web verifichiamo  che tutti i prodotti siano “compatibili” tra loro per posizionamento di mercato e filosofia aziendale.Verifichiamo poi che la modella sia “giusta” per gli abiti che deve indossare, la nostra stylist contralla che scarpe, accessori e gioielli siano quelli giusti. Per finire la scelta della location deve essere compatibile all’immagine che si vuole avere.

 

Una volta effettuate le verifiche di cui sopra e progettati i vari servizi fotografici, spesso con la tecnica dello storytelling, si và con le modelle nella location e, in una produzione un pochino più lunga del normale, si realizzano contemporaneamente più servizi fotografici in modo da ottenere il materiale ottimale per tutti.

 

Se per un singolo cliente il costo sarebbe di 100 e quindi dovrebbe pagare il 100% del costo, nello shared il costo dell’intera produzione per tutti i clienti può essere (non sempre è detto) di 200/300 ma in questo caso ogni singolo cliente contribuisce al 25%.

Quindi il 25% di (ad esempio) 200 è 50 che è nettamente inferiore al 100% di 100 che è 100. Ricordo che nello shared si realizzano servizi fotografici e video con una qualità generale al top.

Un altro esempio: delle Aziende sono interessate a promuovere i propri prodotti sul mercato tedesco, si decide quindi di costruire una campagna pubblicitaria mirata a questo mercato e si sceglie una modella tedesca molto conosciuta in Germania che lavora a livello internazionale ed è presente spesso su magazine internazionali e in campagne pubblicitarie sia in Germania che a livello internazionale. La modella pubblicherà poi sul suo profilo Instagram, con oltre 200.000 follower e un ER  alto di oltre il 10%, dei post nei suoi feed e dei reels nelle storie.

 

Noi di Cirque du Web abbiamo organizzato e progettato una campagna pubblicitaria condivisa per 6 Aziende: una cantina di vini, una distilleria, una azienda che produce borsette da donna, una azienda che produce intimo e una gioielleria. Il servizio fotografico durerà 2 giorni ed ognuna delle Aziende coinvolte avrà il proprio servizio fotografico esclusivo.
Nessuna delle Aziende avrà delle immagini condivise od uguali a quelle delle altre aziende, unica cosa in comune è la modella e, in parte, le location.

 

Ogni singola Azienda avrà il vantaggio che anziché pagare per intero i costi di produzione pagherà la propria quota che in questo caso corrisponde grossomodo al solo compenso della modella e quindi un taglio dei costi di quasi il 70%.

Shared advertising campaign uno strumento incredibilmente efficiente per produrre a costi ragionevoli delle campagne marketing di elevata con costi a budget.

Attenzione: non confondete lo Shared Advertising Campaign con il barter.

Sono due servizi completamente diversi:

con lo Shared Advertising Campaign non barattate nulla in cambio di pubblicità o altro, semplicemente avete la possibilità di realizzare la vostra personale ed esclusiva campagna pubblicitaria (in genere fotografica) condividendo con altre aziende dei costi quali ad esempio modella, traferte, location, fotografo etc.

Nel barter (baratto) – che non è quello che noi offriamo – le aziende offrono, al posto di un normale pagamento in denaro, dei servizi o dei beni in cambio di spazi pubblicitari in vari media.